Argomento:

SCIOPERO E PRESIDIO ALLA COOP DI VIA LAURENTINA: MASSICCIA PARTECIPAZIONE

La partecipazione dei lavoratori della Coop di Via Laurentina allo sciopero e al presidio che ha avuto luogo all'esterno dell'unità produttiva è stata imponente, alcuni reparti del supermercato hanno sfiorato un'adesione del 100%.

Roma -

L'Unione Sindacale di Base ed i lavoratori hanno reso visibile il disagio e le rivendicazioni con un colorato presidio all'esterno della struttura. I lavoratori si sono alternati senza sosta dalle ore 9.00 alle ore 19.00 e la solidarietà espressa da soci e clienti Coop è stata palese ed è li a dimostrare che le ragioni della protesta sono evidenti. Hanno partecipato al presidio anche lavoratori e delegati di altri supermercati Coop della provincia.

 

In chiusura alcuni reparti del supermercato sono rimasti senza copertura, la biblioteca ha spento le luci alle ore 18.00, nonostante i doppi turni che l'azienda aveva previsto per i lavoratori interinali.

 

La concomitanza involontaria dello sciopero con la giornata nazionale della colletta alimentare ha creato solidarietà tra le due iniziative, i lavoratori hanno organizzato una raccolta di fondi, l'USB ha fatto la sua parte, e durante il presidio una delegazione è entrata nel supermercato per fare una spesa che è stata devoluta al Banco Alimentare.

 

Le lavoratrici ed i lavoratori del supermercato Coop di via Laurentina, riuniti in assemblea sindacale in data 07 novembre 2011, avevano denunciato per l’ennesima volta una situazione insostenibile e lesiva dei diritti contrattuali, che da troppo tempo perdura nell’unità produttiva, proclamando lo sciopero per il 26 novembre 2011.

 

Si è evidenziata l’attitudine della direzione ad operare scelte unilaterali in materie quali l’organizzazione del lavoro, le turnazioni orarie e le mansioni dei delle lavoratrici e dei lavoratori, che determinano condizioni di inefficienza e di disagio lavorativo.

 

I lavoratori hanno manifestato, nel corso del tempo, la necessità di un rilancio di questa unità produttiva che abbia come fondamenta il coinvolgimento, la consapevolezza ed il rispetto della dignità dei lavoratori.

 

USB è stata a fianco dei lavoratori della Coop di via Laurentina come lo è stata per la raccolta firme di sabato 2 aprile scorso, che ha ottenuto uno straordinario risultato, in poche ore sono state raccolte oltre 600 firme, a dimostrazione che gli argomenti portati all'attenzione dai lavoratori e dall'USB hanno fondamento.

 

Se da una parte la Dirigenza della Coop non prende atto della situazione, i lavoratori non mollano e sono determinati a rivendicare condizioni di lavoro migliori e a difendere il supermercato Coop di via Laurentina, che è stato il primo “faro” acceso nel quartiere Laurentino.

 

Nel 1989, anno di apertura della struttura, nel quartiere non esisteva alcun punto di aggregazione e nessuna prospettiva occupazionale di prossimità. L’apertura del negozio Coop, all’interno del quale è presente anche una libreria/biblioteca, ha rappresentato, oltre che un indispensabile servizio al quartiere, anche il primo luogo di incontro intorno al quale sono fiorite, negli anni, innumerevoli iniziative che hanno scandito i momenti più importanti della vita del quartiere.

 

DIFENDIAMO IL NOSTRO LAVORO

Difendiamo la funzione sociale della Coop di Via Laurentina

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni