Argomento:

USB A DIFESA DEI LAVORATORI DELLA COOP DI VIA LAURENTINA

USB e i lavoratori della Coop di via Laurentina intervengono all'assemblea dei SOCI COOP

 

Roma -

Lunedì 20 febbraio 2012, durante l’assemblea dei soci, tenutasi  per illustrare il bilancio 2012  nei locali della Sala Parrocchia San Mauro sita in via Sapori, 10, USB ed una delegazione di lavoratori dell’ipermercato Laurentino sono intervenuti per portare per l’ennesima volta in evidenza le preoccupazioni relative alla tenuta occupazionale, alle condizioni disagiate a cui sono sottoposti le lavoratrici ed i lavoratori e per chiedere chiarimenti in merito alla vendita delle mura di alcune unità produttive operata da Unicoop Tirreno.

 

USB è stata a fianco dei lavoratori della Coop di via Laurentina, come lo è stata per la raccolta firme di sabato 2 aprile 2011, che ha ottenuto uno straordinario risultato raggiungendo in poche ore oltre 600 firme, e per lo sciopero con presidio che ha avuto luogo sabato 26 novembre 2011, dove si è registrata una massiccia partecipazione, che in alcuni reparti del supermercato ha sfiorato l'adesione del 100%, a dimostrazione che gli argomenti portati all'attenzione dai lavoratori e dall'USB hanno fondamento.

 

USB ha chiesto chiarimenti in merito al comunicato stampa emanato il 15 dicembre 2011 dalla CASTELLO SGR, Società di Gestione del Risparmio attiva nel settore dei fondi comuni di investimento immobiliare, in cui la stessa annuncia l’acquisto, per conto del  Fondo Immobiliare chiuso Augusto, di 10 supermercati Coop in Toscana e nel Lazio, ubicati nelle città di Follonica(GR), Portoferraio (LI), Gavorrano (GR), Donoratico (LI), Tarquinia (VT), Albinia (GR), Roma (RM), Terracina (LT), Avenza Carrara (MS) e Viterbo (VT).

 

Ha anche esposto le preoccupazioni relative alla nascita del nuovo polo commerciale, a ridosso del supermercato Laurentino che ha già subìto un pesante ridimensionamento a causa dell’apertura del centro commerciale Euroma2, evidenziando inoltre l’incapacità di Unicoop Tirreno di dare risposte ai lavoratori  attraverso corrette relazioni sindacali, contraddicendo peraltro quanto riportato dalla carta dei valori delle Cooperative di Consumatori (“… Considera i sindacati e le rappresentanze aziendali dei lavoratori il riferimento per la definizione delle condizioni di lavoro e lo sviluppo di forme e strumenti di relazioni e partecipazione aziendali…”).

 

USB, a fianco dei lavoratori della Coop di via Laurentina, proseguirà nella campagna di informazione e nella difesa dei diritti dei lavoratori dell’unità produttiva, a salvaguardia dei livelli occupazionali, delle condizioni di lavoro, del CCNL, della democrazia sindacale e della dignità delle lavoratrici e dei lavoratori.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni