Venerdì 5 novembre alle ore 7 picchetto anti-sfratto in via di Monte Stallonara 90

Fermiamo l'ingiustizia nel Piano di Zona, Marco deve rimanere a casa!

Roma -

Nonostante il nuovo ricorso presentato dal Legale di Marco presso il Tribunale di Roma, e la nuova udienza concessagli, l’Ufficiale Giudiziario tenterà comunque di eseguire lo sfratto con l’ausilio della Forza Pubblica.

Marco, che ha versato regolarmente un affitto per anni, ignaro del fatto che il contratto non fosse mai stato registrato dal locatore, si è visto al centro di una procedura per occupazione senza titolo!

A nulla sono valse finora le ricevute di pagamento di anni e anni di canone. A nulla è valsa finora la prova che il locatore ha violato diversi punti della convenzione che vincola l’uso dell’immobile di via di Monte Stallonara 90, ricadente nell’omonimo Piano di Zona di Edilizia Pubblica Agevolata, a chi non possiede altre proprietà immobiliari e ne vieta espressamente la sub-locazione. Bisogna dare a Marco la possibilità di far valere le proprie ragioni in sede giudiziaria nell’udienza fissata al 24 novembre e dunque rimandare l’esecuzione.

Tra l’altro risulta perlomeno strana la condotta dell’Ufficiale Giudiziari che, anziché prendere atto della nuova richiesta di sospensione e della decisione del Tribunale di esprimersi in merito, continua a dare proroghe brevi che non arrivano alla suddetta data.

Impediamo l’esecuzione forzosa dello sfratto accorrendo in massa a via di Monte Stallonara 90 la mattina del 5 novembre alle ore 07:00

Asia-Usb

Movimento per il Diritto all'Abitare

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati