Argomento:

TPL SCARL: USB chiama alla mobilitazione tutti i lavoratori

Roma -


“L’ennesimo annuncio dell’Azienda Roma TPL SCARL del mancato pagamento degli stipendi per i dipendenti del Trasporto Pubblico Locale di Roma- dichiara Michele Frullo di USB Lavoro Privato Trasporti- dimostra ancora una volta che la gestione privatistica dei servizi rappresenta un grave danno per la condizione dei lavoratori” .

 

“Non è possibile infatti che ogni ritardo nei pagamenti da parte dell’amministrazione – prosegue il rappresentante di USB- sia usato a pretesto per non corrispondere gli stipendi.

Sono anni che le Aziende Private del Trasporto Pubblico Locale di Roma sono inadempienti rispetto alle norme contrattuali, e alle stesse prestazioni del servizio.

Questo dimostra che la via della privatizzazione si è risolta in un peggioramento nelle condizioni di lavoro e nel servizio offerto ai cittadini”.

 

“È’ emblematico che il comunicato di Roma TPL SCARL – conclude Frullo – ricalchi le dichiarazioni allarmate del Sindaco Marino. I lavoratori sono stanchi di essere sottoposti a questo ricatto.

 

Per questo la federazione USB ha indetto una mobilitazione generale per giovedì 6 marzo 2014 con un corteo diretto in Campidoglio che partirà alle 16:30 da P.za Bocca della Verità.

Alla manifestazione sono invitati tutti i dipendenti del comune e i dipendenti delle aziende partecipate.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni