Argomento:

TELECOM ITALIA Sparkle, SEDE DI ACILIA: IL TEMPO E' SCADUTO

SOSPENDERE ALLA ELIOR LA GESTIONE DELLA MENSA, RIPRISTINARE SUBITO ILLUMINAZIONE NEGLI SPAZI ESTERNI.

Roma -

 

Riconfermiamo gravissima la situazione, che si protrae immotivatamente da mesi, della totale assenza di illuminazione nei due parcheggi e in tutto lo spazio esterno; sono già stati sfiorati incidenti, ma non possiamo affidarci alla fortuna per ridurre al minimo o meglio eliminare totalmente, le condizioni di pericolosità e di rischio derivanti da siffatta negligenza.


A seguito di ripetuti solleciti nelle ultime ore abbiamo finalmente saputo che “il ricambio delle lampade non è stato possibile a causa di problemi alla funzionalità dei meccanismi di discesa e sollevamento degli alloggiamenti dei fari”, la cui soluzione non appare dietro l’angolo.


La sicurezza dei/delle dipendenti in queste condizioni è fortemente pregiudicata ed è venuto meno qualsiasi concetto di prevenzione. Vogliamo dare valore ai corsi aziendali ai quali abbiamo partecipato sulla L.81 e pertanto chiediamo il ripristino immediato di tutte le lampade di tutti i pali e conoscere tempi certi dei lavori.


Non ci riguarda, come RSL ed RSU, alcuna distrazione sul budget o su impedimenti burocratici perché la sicurezza sul lavoro non è, né mai lo deve diventare, un costo o un intralcio.


Nella situazione transitoria, che non immaginiamo di breve periodo, si dovranno adottare immediate soluzioni alternative (gruppi elettrogeni?) in assenza delle quali nostro malgrado saremo costretti a ricorrere a ciò che la legge ci consente e il nostro responsabile senso civico ci impone.


Chiediamo un incontro nel più breve tempo possibile


MENSA:

Le abbiamo provate davvero tutte, ma la gestione di questo servizio e la qualità dei pasti offerti resta indecente e non ha mai avuto un cenno di miglioramento, neanche intenzionale.


Il personale, sempre numericamente al di sotto delle reali necessità, saltella da un ruolo all’altro non riuscendo a garantire neanche livelli minimi, pur nel massimo impegno che va loro riconosciuto, ma che non può bastare se difetta tutta l’organizzazione.


Non resta altro che chiedere di restituire ai/alle dipendenti di Acilia il diritto ad un buon servizio, e quindi chiediamo all’Azienda di cercare la soluzione migliore e definitiva e, come estrema ratio, anche la rescissione del contratto di appalto se fosse stato disatteso.


L’unico obiettivo ottenuto dalla ELIOR è stato la riduzione delle lunghe file perché ormai quasi più nessuno ci va a mangiare, e questa non è la soluzione ma il problema. .

 

Danielala Cortese e Francesco Perelli

RSU di T.I.Sparklee

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni