Rieti - USB insieme ai Lavoratori Socialmente Utili incontrano, in Prefettura, gli Amministratori locali

Rieti -

Dopo ore di presidio dei Lavoratori Socialmente Utili sotto le finestre della Prefettura di Rieti, alle 15.00 si è conclusa la riunione con il Prefetto, alle quale hanno partecipato una folta delegazione dei lavoratori, l’Unione Sindacale di Base e Amministratori locali, a sostegno dell'assunzione per tutti e contro la chiusura del bacino a carico del fondo nazionale prevista a dicembre dalla Regione Lazio, confermata ai sindaci nei giorni scorsi.

 

 

Nel corso della lunga discussione e dell'approfondimento delle problematiche relative, il Prefetto ha invitato i Sindaci alla condivisione di una linea comune di intenti con la priorità per le assunzioni.

 

USB ha evidenziato come sia urgente un confronto politico e ribadito la necessità di una convocazione della Presidente Polverini degli amministratori e dell’Unione Sindacale di Base entro la prima settimana di settembre nella sede del Consiglio Regionale, per confermare la dichiarazione di stabilizzazione per tutti entro dicembre, espressa a giugno proprio nella sede istituzionale.

 

La Regione Lazio deve inoltre chiarire come intende stabilizzare i LSU che dovessero restare esclusi dai protocolli comunali e delle Comunità Montane.

 

Il Prefetto si è assunto l'impegno di inviare una nota in Regione Lazio per favorire tale richiesta e il presidio si è sciolto con la determinazione dei LSU a riconvocarsi a settembre sotto la sede della Regione, qualora non dovessero arrivare segnali positivi per evitare precariato e licenziamenti a vita.

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni