PIENA RIUSCITA DELLO SCIOPERO DI 8 ORE DEL SETTORE MANUTENZIONE INFRASTRUTTURE RFI DTP ROMA

Roma -

Grande partecipazione allo sciopero di ieri, 20 febbraio, indetto da USB Lavoro Privato Ferrovie nel settore Manutenzione Infrastrutture Direzione Territoriale Produzione (DTP) Roma, con picchi di adesione del 90% in diversi impianti dell’Unita Produttiva.

Buono anche il risultato del sit-in che i lavoratori hanno tenuto nella mattinata davanti la sede centrale del gruppo FSI a piazza della Croce Rossa, con striscioni e interventi al megafono rivolti all’interlocutore societario e ministeriale.


Sul piano delle interlocuzioni con le controparti, societaria e ministeriale, va registrata la positiva apertura del ministro delle Infrastrutture e Trasporti, che nell’impossibilità di dar corso alla richiesta d’incontro dei rappresentanti dei ferrovieri per assenza dei referenti incaricati delle relazioni esterne, ha dato assicurazione ufficiale di voler fissare una imminente data per l’incontro già da martedì prossimo.

La grande riuscita di questa giornata di lotta è il riscontro evidente che lo sciopero proclamato dalla nostra organizzazione sindacale contro:

  • il cosiddetto accordo del 28 gennaio 2015 firmato dalle sole FIT/CISL e FILT/CGIL e che impone obblighi lavorativi e straordinari non previsti dal CCNL;
  • lo smantellamento del potenziale produttivo degli impianti manutenzione di RFI;
  • la politica degli appalti nel settore che realizza la privatizzazione fraudolenta e strisciante del settore con il dirottamento delle risorse finanziarie pubbliche verso l’impresa privata;
  • per la democrazia sindacale  e il diritto di partecipazione dei lavoratori alla contrattazione attraverso il regolare e sistematico svolgimento delle assemblee da anni negate per volontà congiunta delle OOSS firmatarie e della dirigenza societaria;

era necessario e fortemente voluto dai lavoratori stessi come presa d’atto del grave attacco ai loro diritti acquisiti e della necessità di costituire dalla base un fronte di opposizione in grado di condizionare l’azione sindacale nella DTP Roma.


L'Unione Sindacale di Base esprime dunque piena soddisfazione per la riuscita della giornata di lotta ritenendo che oggi si siano poste le basi per l’avvio di un percorso che porterà ad un nuovo protagonismo dei lavoratori nella vita sindacale, per la difesa nel presente del loro futuro lavorativo e per il miglioramento della loro condizione economico-sociale.


Per la difesa delle Ferrovie Bene Comune del Paese
Per la sicurezza sul lavoro e del trasporto ferroviario


Contro lo smantellamento e per lo sviluppo della capacità produttiva degli Impianti Manutenzione di RFI


Per la piena e tutelata occupazione nelle Ferrovie

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni