Il 25 aprile USB scenderà in piazza in diverse città Italiane

Roma -

 

Il 25 aprile USB scenderà in piazza nelle diverse città italiane perchè oggi più che mai c’è bisogno di una nuova stagione di resistenza.

 

A 70 anni dalla liberazione ci troviamo a fronteggiare un governo che ha svenduto il paese alla Troika.

 

Una classe politica e dirigente che ha promosso politiche antipopolari come il Jobs Act, il decreto Lupi e quello sulla buona scuola che attaccano il diritto alla casa, al lavoro allo studio.

 

E un attacco violento classista che tra le altre cose prende di mira l’idea stessa di sindacato e con essa il diritto di sciopero e di rappresentanza sindacale.

 

Il Governo Renzi ha fatto suo il piano di rinascita nazionale della P2 di Licio Gelli ridisegnando il paese in senso autoritario, attraverso lo svuotamento della democrazia parlamentare e con l uso sistematico della repressione, calpestando e negando quella stessa costituzione a cui ipocritamente afferma di richiamarsi.

 

In questa giornata, la nostra solidarietà va convintamente ai popoli palestinese, curdo e basco in lotta per l indipendenza e contro il colonialismo, all’Ucraina devastata dalla guerra e dal risorgere del fascismo aizzati dalle cancellerie europee e statunitensi, ai resistenti del Donbass ed ai governi progressisti ed ai popoli della Nuestra America, alle vittime delle politiche schiaviste, razziste e repressive e per il diritto alla libertà di movimento, all’asilo.

 

 

 

Il 25 aprile saremo nelle piazze d’Italia per riaffermare il diritto alla resistenza contro l ingiustizia sociale e l oppressione.

 

A Roma saremo alle 9.30 a Porta San Paolo, insieme a tanti altri resistenti, per riaffermare i valori di quella lotta antifascista partigiana che affonda le proprie radici nella solidarietà internazionalista, contro tutti i fascismi di ieri e di oggi.

 

 

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni