Ferrovie DTP Roma, visto che sciopero!

Nazionale -

Tra  il luglio 2017 e il febbraio 2018 nella DTP Roma si sono verificati gravi incidenti e pericolati d'incidente sul lavoro e in relazione alla circolazione ferroviaria, in particolare sugli  impianti T.E. Tiburtina, T.E./I.S. Civitavecchia, L.V. Tuscolana.


Intanto aumentano  gli effetti negativi dell'accordo del 28 ottobre 2015 per la riorganizzazione di settore sulla salute e sicurezza e sulle condizioni generali di lavoro delle lavoratrici e dei lavoratori,  le richieste di prestazioni notturne in violazione della tutela dei periodi di riposo giornalieri e settimanali, e si è imposta la cronicizzazione delle prestazioni straordinarie. Permangono gravi carenze di organico e di figure professionali necessarie allo svolgimento in sicurezza e in tutela giuridica delle attivita' proprie del settore, gravi e croniche carenze di vestiario/DPI e di mezzi/attrezzature di lavoro; e su tutto la privatizzazione strisciante del settore.

Dall'inizio del 2018 la dirigenza della DTP Roma sta imponendo senza contrattazione prestazioni notturne straordinarie, e più in generale prestazioni lavorative che ai sensi del CCNL Mobilità Area Attività Ferroviarie e accordi di settore vigenti devono essere puntualmente contrattate, e solo per casi di effettiva esigenza temporanea. Intanto continua a pretende di disporre unilateralmente la durata delle prestazioni lavorative dei ferrovieri degli impianti Manutenzione Infrastrutture, aggiungendo ulteriore violazione del CCNL in materia di orario di lavoro e incidendo arbitrariamente e pesantemente sulla vita privata della persona lavoratore.

La stessa dirigenza non adempie, o adempie parzialmente e con modalità arbitrarie, alla copertura delle necessarie posizioni professionali previste dagli accordi territoriali e nazionali vigenti, abusando delle assegnazioni ad interim per la gestione di molte Unità Operative.
A fronte delle croniche carenze di personale presso gli Impianti della Manutenzione Infrastrutture i lavoratori sono sottoposti a crescenti carichi di lavoro e all’incremento dei rischi anche gravi connessi alle attività lavorative, e da anni vedono non soddisfatte legittime richieste di trasferimento
Il crescente degrado del potenziale produttivo degli impianti Manutenzione Infrastrutture di RFI DTP Roma, è funzionale al dirottamento delle finanze pubbliche verso le imprese private e al peggioramento delle condizioni di sicurezza sul lavoro.


Unione Sindacale di Base Lavoro Privato ha dichiarato lo sciopero di 8 ore
del settore Esercizio Manutenzione Infrastrutture DTP Roma
giovedì 8 marzo 2018  intera prestazione giornaliera
(0re 10,30 presidio davanti al ministero infrastrutture e trasporti con richiesta d'incontro al ministro – piazza di porta pia)


Contro gli interessi padronali nelle attività ferroviarie.
Per la ripresa del conflitto sindacale a difesa delle condizioni di sicurezza e di lavoro nella Manutenzione Infrastrutture di RFI





UNIONE SINDACALE DI BASE   Lavoro Privato - Attività Ferroviarie

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni