Cpi Pomezia, rischio amianto per lavoratori e cittadini

Nazionale -

I lavoratori del Centro dell’Impiego di Pomezia si trovano in una grave situazione di pericolo per la loro salute.

Pochi giorni fa, una tettoia in eternit contenente amianto che si trova a brevissima distanza dal Centro, già segnalata in passato al medico competente, si è spezzata, causando un ampio squarcio con il conseguente rischio di rilascio di fibre in amianto, potenzialmente dannose per la salute dei lavoratori del CPI.

Considerato che è noto che l’ amianto contenuto nell’eternit, è un minerale estremamente nocivo per l’uomo, che provoca tumori e malattie croniche all’apparato respiratorio, l’Unione Sindacale di Base chiede alla Sindaca Raggi della Città Metropolitana di Roma, al Sindaco di Pomezia e di concerto alla Regione Lazio l’immediata chiusura del Centro dell’Impiego di Pomezia, e l’inizio delle opere di bonifica della tettoia, fino a quando non saranno rimossi i potenziali pericoli per i lavoratori e per i cittadini residenti nelle immediate vicinanze.


USB P.I. Funzioni Locali
Città Metropolitana Roma



In allegato foto dello squarcio

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni