Appalti Atac: lavoratori Corpa e Gis al terzo giorno sulle impalcature a Piazza Madonna del Loreto

Nazionale -

Continua la protesta dei lavoratori degli appalti Atac, da quattro mesi senza stipendio, costretti ad arrampicarsi sulle impalcature di un palazzo davanti Piazza Venezia per vedersi riconoscere un diritto inalienabile come il salario. "Le condizioni dei lavoratori ormai allo stremo e sono preoccupanti. Prosegue lo sciopero della fame e della sete del nostro delegato sindacale" dichiara Fabiola Bravi dell'USB.


Ma la situazione è ancor più critica perché le stesse aziende che non pagano gli stipendi minacciano i lavoratori di licenziamento o una riduzione del 30% dello stipendio. Siamo al paradosso. Le istituzioni, oltre a permettere l'illegalità, restano silenti davanti ai padroni che si permettono di ricattare i lavoratori.

I lavoratori dalle impalcature e dal presidio non intendono cedere a queste intimidazioni e lanciano un ultimatum alle aziende, ad ATAC e alle istituzioni. Entro domani vogliamo i nostri stipendi.  
 
USB Lavoro Privato
Federazione di Roma

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati