Argomento:
Federazione Lazio

L’ETICA DELLA DIRIGENZA DELLA POLIZIA LOCALE DI ROMA CAPITALE

Roma -

E’ notizia di oggi che il concorso per l’assunzione di 300 Vigili Urbani al Comune di Roma riprende dagli orali con un provvedimento in autotutela della Sindaca Raggi.

Il grave ritardo su una vicenda così importante sia per i possibili 300 nuovi posti di lavoro, sia per le necessità del Corpo, carente nell’organico di quasi 3000 unità, nasce dalla mancanza di trasparenza e di eticità della dirigenza della Polizia Locale romana.

Suddetto concorso venne bloccato da un indagine della Procura contro l’allora Comandante Giuliani e la Commissione d’esami al tempo costituita e composta da Primi Dirigenti del Corpo.

Il problema dell’etica e della trasparenza non si ferma qui, però, va ben oltre:

Il Comandante Clemente è stato solerte ed incisivo nell’ aprire un indagine penale contro tutti i colleghi che per vari motivi non si presentarono il famoso 31 dicembre 2014, scatenando una grande offensiva mediatica contro il Pubblico Impiego guidata allora da Renzi, Madia e dal Sindaco Marino, ma non è stato altrettanto solerte nel rispettare la legge quando nel maggio 2015, durante lo sgombero di una “baraccopoli” a ponte Mammolo insieme al Vice Comandante Di Maggio, ORDINA al personale della Polizia Locale di svolgere mansioni non dovute,( trasporto di suppellettili, bombole di gas, sacchi di immondizie quant’altro), tanto che nelle operazioni una collega rimase ferita.

Su nostra denuncia sappiamo che è stato aperto un fascicolo in Procura e che il procedimento sta avendo il suo corso.

La Vice Comandante Dott.ssa Modafferi, attualmente in sella ed al comando dell’U.O Pianificazione Servizi Operativi, in presenza di una denuncia da parte di colleghi sulla difformità del marchio degli Stivali dei motociclisti, pensa bene di mettere sotto provvedimento disciplinare gli stessi colleghi che avevano evidenziato una tale irregolarità, e tiene per sé, secretandola, l’intera indagine.

Non è stata altrettanto attenta alla legalità quando viene condannata dal Tribunale Civile al risarcimento danni ad una ditta di trasporti, danneggiata per una sua disposizione discriminante.

Abbiamo più volte chiesto alla precedente Giunta Marino, all’assessore per pochi mesi Dott. Sabella, alla Dottoressa Rolli incaricata dal Commissario Tronca di mettere mano alla critica situazione della organizzazione del Corpo, tutta volta a favorire l’operatività di gruppi centrali ed a volte inutili, a discapito dei gruppi periferici ormai ridotti allo stremo.

Abbiamo nuovamente richiesto, nel momento del suo arrivo in Campidoglio, alla Sindaca Raggi ed al neo Comandante protempore Dott. Porta un incontro per presentare alcune nostre proposte per una nuova organizzazione del Corpo.

Al momento non abbiamo ricevuto alcuna risposta, mentre assistiamo continuamente a provvedimenti del Comando che colpiscono penalmente e disciplinarmente i dipendenti della Polizia Locale, ad Agosto altri 5 colleghi sono stati denunciati per omissione di atti d’ufficio per non aver ottemperato all’inutile e demagogico “Io segnalo”, mentre pochi giorni fa un altro collega è stato proposto per un provvedimento disciplinare per essersi presentato in una assemblea sindacale autorizzata con abbigliamento “disdicevole”!!

BASTEREBBERO POCHI PROVVEDIMENTI DI CARATTERE ORGANIZZATIVO, EVITANDO DI ENTRARE NEL MERITO DELLA QUESTIONE CONTRATTUALE, PER RIDARE FIDUCIA E DIGNITA’ AL PERSONALE DELLA POLIZIA LOCALE

PURTROPPO CAMBIANO I SINDACI, CAMBIANO I COMANDANTI MA L’ATTEGIAMENTO DELLA DIRGENZA DI VIA DELLA CONSOLAZIONE SEMBRA LO STESSO, SE NON PEGGIO.

RIORGANIZZARE LA POLIZIA LOCALE, RIMETTERE I VIGILI AL SERVIZIO DEI CITTADINI IN OGNI QUARTIERE.

Infine per fare dei numeri e per fare chiarezza: dei 580 vigili che a capodanno 2015 sono stati messi sotto accusa, solo 26 hanno un procedimento in piedi e sicuramente molti saranno scagionati, mentre saranno molti di quei 580 che faranno causa alla dirigenza della Polizia Locale con grande danno economico per le sguarnite casse comunali.

Come piu’ volte detto i Vigili in servizio sono circa 5800, di questi circa 2600 sono impiegati territorialmente nel centro storico con la presenza di 11 primi dirigenti,e con una popolazione residente di 186.000 abitanti, il restante territorio romano, ossia 14 municipi con quasi due milioni e seicentomila abitanti si giova dell’operato di circa 3000 vigili, e 17 dirigenti, forse è giunto il tempo di razionalizzare la presenza degli agenti su Roma e soprattutto ridimensionare in numero dei Primi dirigenti. 28 per 15 municipi più il Comando.


Sempre per chiarezza pubblichiamo i numeri delle maggiori citta’ italiane

Milano : 1.300.000 abitanti 3000 agenti in servizio

Torino : 900.000 abitanti 1893 vigili in servizio

Napoli : 970.000 abitanti 1750 vigili in servizio