ASSURDO! Un foglio degli appunti firmato da Tronca è bastato per fermare il pagamento degli arretrati Si cancelli l'infamia, la Sindaca dia un segnale di coraggio e di vicinanza al personale di Roma Capitale, subito quanto dovuto nella busta paga di luglio

Tirato fuori dagli “archivi segreti” del Campidoglio si è potuto visionare il fantomatico atto del Commissario Straordinario Tronca del 17 giugno 2016, scritto su un foglio di appunti, senza carta intestata o protocollo, sufficiente, però, a giustificare il blocco dei pagamenti degli arretrati 2015. Nello scarno testo si fantastica su ipotesi di verifiche richieste da Enti Statali (MEF, Ragioneria Generale dello Stato, ecc.) senza nessuna prova o fondamento al riguardo. Il fatto è che si tratta di somme previste UNILATERALMENTE dall'Amministrazione e che, sempre in modo UNILATERALE, aveva confermato di erogare a giugno 2016. In più lo stesso Commissario, poco prima delle elezioni del 5 giugno, ha deliberato la costituzione del fondo 2015 certificando ulteriormente quelle cifre a bilancio dell'Ente e riferite a prestazioni già effettuate che necessitano del dovuto pagamento. Ma, improvvisamente, a due giorni dal ballottaggio, magari dopo aver letto gli ultimi sondaggi, spunta fuori un foglio di appunti che lascia in eredità alla Sindaca Raggi una prima e pesantissima grana.


Nella riunione sindacale di lunedì 11 luglio in Campidoglio, alla presenza della
Sindaca, abbiamo chiesto che si procedesse con un atto di coraggio e di
sostegno ai dipendenti capitolini, umiliati e vessati negli ultimi anni, in primis con dall'entrata in vigore dell'atto unilaterale, prendendo le distanze dai reali
responsabili di questa infame vicenda giocata sulla pelle di migliaia di famiglie e sulla nuova guida politica della città.


Il 15 luglio è l'ultimo giorno utile per l'elaborazione delle buste paga, si
proceda con il pagamento delle quote dovute, con cifre superiori ai 700/900 euro
lordi pro capite, e si apra una nuova stagione di ascolto, condivisione e proposta, per il miglioramento delle condizioni di lavoro del personale capitolino che si tradurranno automaticamente nel miglioramento dei servizi alla città.


Si provveda ad allontanare i dirigenti incompetenti
responsabili della situazione attuale


Cambiamo Roma Capitale davvero
Si proceda ai pagamenti dovuti
Si proceda subito con
Contratto e Stabilizzazioni

In allegato il “pezzo di carta” firmato da Tronca